LA SCOMPARSA DI NETLOG

Pubblicato da FLAVIO |


Ebbene si , dopo la traumatizzante notizia della chiusura della chat istantanea di msn , ecco che arriva la non traumatizzante , e anzi , tanto attesa notizia che Netlog chiude i battenti. O meglio si trasforma migrando in toto , moderatori compresi sul nuovo portale : twoo . Un nuovo portale in cui iscriversi per spippettarsi di fronte a foto di palesi fake , dove organizzare webcam erotiche e magari un incontro. Si , ok , le stesse cose che succedevano già su netlog , forse avete ragione . Sta di fatto che dopo anni di " onorata carriera " Netlog termina la sua lenta agonia. Ovviamente aspettarsi che la direzione desse comunicazione di questo era troppo e i pochi utenti che ne sono a conoscenza lo sono venuti a sapere da una comunicazione non autorizzata del moderatore dell'unico gruppo superstite sul sito. I problemi adesso per i pochi sopravvissuti sono due : La perdita di tutti i dati e la migrazione coatta sul nuovo portale. Perchè si ,se siete iscritti in automatico e senza alcuna autorizzazione da parte vostra verrà prelevata la vostra foto profilo e verrà messa in un profilo nuovo sul portale twoo. Quanto tutto questo sia legale , non ci è dato saperlo visto che in più persone lo hanno domandato e nessuno ha dato risposte. Quindi se avete ancora un profilo su Netlog siate avvertiti del fatto che in automatico siete iscritti anche a Twoo. Io ne sono venuto a conoscenza perchè sulla mail personale ho ricevuto un avviso che un moderatore di twoo aveva bannato la mia foto profilo , foto che loro stesso hanno preso dal mio profilo Netlog e spostato. Coerenti eh ? ;)

I dati del vostro profilo , prima di cancellarvi definitivamente da Netlog invece potete salvarli con un unico click . le istruzioni potete trovarle cliccando QUI Ricordatevi di cancellarvi sia da netlog che da Twoo dopo aver salvato il salvabile , e già che ci siete come motivazione ricordatevi di specificare che non siete favorevoli all'iscrizione coatta a Twoo e che li diffidate dal proseguire ad utilizzare i vostri dati per questo fine. E se all'improvviso foste nostalgici delle belle cose che accadevano su netlog potet sempre rinfrescarvi la memoria QUI






VOTA SI PER DIRE NO

Pubblicato da FLAVIO |


Così la cassazione conferma :

Esiste un referendum sul nucleare.
Il tentativo del governo di far decadere il voto è fallito.
Ora tocca ai cittadini italiani far sentire la voce.
Tocca ai cittadini italiani fare in modo che si raggiunga il quorum.
Cosa che non accade dal 1997.

Ma forse questa volta qualcosa cambierà
perchè i referendum di quest'anno riguardano tutti.
nessuno può dire di non essere parte in causa.

Per un legge uguale per tutti ,
per il diritto di bere ,
per non vivere con l'incubo di incidenti nucleari.

Forse questa volta qualcosa cambia ,
anche grazie a internet ,
alle catene , ai continui messaggi lanciati in bacheche di facebook
o sotto i video di youtube.

Perchè , che lo si voglia o meno molti ormai è su internet
che si informano , leggono , si documentano.
e che siano messaggi stereotipati copia / incollati
o camioncini da non fermare
^^^^^^^^^^^^^^l |^^^^^^^^^^| |P
| ♥12 13 GIUGNO VOTA SI PER DIRE NO♥ ||”"”;..\___.
|……_______________| l______________l _||__|…, ]P
“(@)’(@)”""""""*l'(@)l'(@)l """"""""""""""(@)'(@)""""'(@)

i messaggi restano , e laddove non sia abbastanza chiaro
che questa volta per dire NO bisogna dire SI
arrivano gli youtubers , ovvero quegli utenti di youtube
che grazie ai loro video hanno raggiunto popolarità ,
che tutti insieme , tutti uniti in un unico video
spiegano a chi li segue che non è poi così difficile.
basta avere le idee chiare ?

Dire SI per dire NO
Il 12 e 13 giugno vai a votare !!!


Labels:




I CONTI NON TORNANO

Pubblicato da FLAVIO |



Urne chiuse , spogli finiti , risultati definitivi.
E già si parla della grande vittoria della sinistra.

Temo che l'italiano medio si faccia abbindolare
anche su questo, sull' onda del solito
" ma l'hanno detto alla tv "

Se la matematica non è un'opinione
se la destra ha perso la sinistra non sta tanto meglio.

Senza voler dare connotazioni politiche
basta fare un semplice calcolo.

Prendiamo ad esempio la città di Torino
che incorona Fassino.

La percentuale di votanti è del 60%
Di questo 60% un 60% ha votato Fassino
Anche dando per buono che tutti i votanti abbiano votato
PER lui e non CONTRO Coppola
abbiamo comunque un dato matematico certo.

Il 60% del 60% equivale pressapoco al 36% del totale.

Ora , io so perfettamente che chi non si è recato alle urne
nel pensare comune è colui che appoggia il pensiero della maggioranza. Personalmente invece credo che chi non va a votare non si sente rappresentato da nessuno.

A conti fatti quindi 6 torinesi su 10 non si sentono rappresentati da Fassino e non lo hanno votato. Tradotto in numeri 60 persone su 100 o se preferite 600 su 1000.

Dov'è questa vittoria e questa voglia di cambiamento ?

I conti non tornano ...


Labels: , ,




QUESTA ITALIA MI FA PAURA

Pubblicato da FLAVIO |


A volte questa Italia mi fa paura ,

se guardo taluni italiani , e penso che hanno diritto di voto.

Mi fa paura pensare che qualcuno possa davvero scambiare
la finzione televisiva per realtà , e possa addirittura
spendere soldi per dare acqua a quel mulino ,
sotto la spinta di qualcuno che li ha soggiogati ,
complice di chi , mettendo in piedi la finzione
e convincendo la massa che è realta ,
mira a confondere le menti , annientare il pensiero ,
annullare le persone ...

A chi chiede a viva voce elezioni anticipate , io dico :
Votano anche loro ...






Link di riferimento : lucadirisio ufficiale


Labels: ,




FRATELLI D'ITALIA

Pubblicato da FLAVIO |


Fratelli d' italia , l' Italia s'è desta ...
Ops, forse desta proprio no , direi più che altro persa ,
L' Italia si è persa , e con lei gli italiani.

L' Italia è un paese strano ,
il paese dei quelli che la mattina , dopo aver parcheggiato
la seconda auto di famiglia e spento il palmare
si accomodano al bar per la brioche e il cappuccino
per potersi lamentare che non ci sono più soldi
e arrivare a fine mese è difficile.
E' il paese delle famiglie che ad agosto in massa si riversano
sulle spiaggie a pagamento e che passano 20 giorni sul lettino
per potersi lamentare che che non ci sono più soldi
e arrivare a fine mese e difficile.
Il paese in cui la gente al tempo dei saldi fa la fila
davanti ai negozi di Armani e Gucci ,
sempre lamentandosi che non ci sono più soldi per arrivare a fine mese.
Le stesse famiglie che quando escono dagli ipermercati ,
scelti perchè la merce costa meno , e arrivare a fine mese è difficile,
hanno i carrelli pieni di tv al plasma , computer ,
periferiche e telefonini all'ultima moda.

L' Italia in cui le donne scendono in piazza con gomitoli colorati
urlando basta all'uso del corpo femminile per fare carriera ,
e che il giorno dopo sono in fila dall'estetista e dal parrucchiere ,
giusto perchè il corpo non va usato,
le stesse che accompagnano le figlie a fare i provini per diventare veline.

L' Italia è il paese contro Berlusconi e le sue tv che ci controllano,
ma solo fino alle 21 quando inizia il grande fratello o la partita del Milan.
L'Italia del Berlusconi ha rubato i soldi ,
altrimenti non sarebbe così ricco ,
ma adesso fammi vedere cosa danno su mediaset premium ,
che ho comprato giusto la tessera alle Rinascente.

Perchè sono questi i grandi problemi dell' Italia , anzi IL problema :
Gli Italiani.

Troppo ignoranti per capire cosa gira intorno a loro ,
troppo pigri per pensare ...
perso dietro questo o quell'altro reality come fosse vita vera,
con i cellulari prosciugati dal credito a forza di voti ,
dati a questo o quel personaggio
giusto perchè è diventato difficile arrivare a fine mese.




Persi dietro programmi spazzatura che annebbiano il senso delle cose
confondono le menti , annientano i pensieri.
Programmi costruiti ad arte per distogliere il cittadino dalla vita vera.
Drogati dal teleschermo dal quale non riescono più a staccarsi , gli italiani
nei pochi momenti lucidi si lamentano non rendendosi conto che il problema non è la politica , non è Berlusconi ma sono loro.

Una popolazione vecchia e acculturata che ha smesso di lottare ,
una intermedia che ha combattuto nel 68
e ora invece di usufruire dei frutti di quella rivolta si perde per strada,
e una generazione di giovani senza futuro , che non riesce più
nemmeno a scrivere in italiano corretto mischiando lettere a numeri ,
minuscole a maiuscole e riempiendo qualsiasi testo di errori
grammaticali.



Questa è l' Italia di oggi ,
non serve Benigni che spiega per ore l' Inno d' Italia alla tv ,
e forse a questo punto non servono neanche proteste pacifiche
con gomitoli di lana e ombrelli.

Servirebbe che l'Italia si destasse , e si incazzasse
un ' Italia che ripudiasse certi esempi e isolasse
tutto ciò per cui ,
in una società evoluta come dovrebbe essere la nostra ,
non dovrebbe esserci posto.

Fratelli d' Italia ... l' italia si desterà ?


Labels: ,




NETLOG - COSA NE RIMANE ?

Pubblicato da FLAVIO |


Ogni tanto entro in Netlog per annullare le notifiche e azzerare i messaggi
nell'unico profilo che mi è rimasto.

E ogni tanto mi capita che qualcuno me ne parli , alcune volte
con toni entusiastici. Perchè mi dicono , molte cose sono cambiate ,
la moderazione è più attiva , le schifezze non più così evidenti
oppure frequenti.

Oggi allora ho deciso di fare un bel salto per vedere quanto
abbia saputo trasformarsi quella che era la più grande community d'Italia.

Questo , è quello che ho trovato nella home


Tra i gruppi più in voga il bellissimo ragazzi e ragazze in perizoma
con imprescindibile foto profilo del gruppo


16enne che si chiama troietta_supersexy con foto opinabile



tale esibizionista per te si è iscritto ad un gruppo ( ottimo nick salva-minori )

Profili più noti : al secondo posto tale la_ragazza_nuda - 16 anni -
foto profilo in cui mostra il fondoschiena


E infine sotto i riflettori , notiamo la terza foto nella fila in alto partendo da sinistra
un bel primo piano di un membro maschile eretto sotto le mutande ...
Ah si , il proprietario del profilo ha 16 anni


Inutile dire che non ho proseguito la visita , netlog era , è e rimarrà
un sito in cui si promuove il sesso libero e la pedo-pornografia
senza che alcuna persona alzi un dito ... Nulla di nuovo sotto il sole ...


Labels:




IL VALORE DEI SOLDI

Pubblicato da FLAVIO |



A volte quando si legge una rivista , alcuni articoli sfuggono.
Ed è così che magari , a distanza di mesi,
una rivista ti ricapita in mano,
e risfogliandola ti trovi a leggere degli articoli
non ancora letti.

Proprio come l'altro giorno , che mi capita a tiro
un numero di Gennaio di Vanity Fair ,
con all'interno un'intervista a Pietro Taricone.

L'intervista si snoda sui più svariati argomenti.
Parlando di una causa vinta in tribunale ,
ma da cui non avrà benefici econimici Taricone esordisce con
" non mi interessano i soldi , ho capito che è altro che conta "

Sussulto ... mi stupisco , strabuzzo gli occhi ....

Che ci sia un solo elemento , e dico uno
che uscito dalla casa è tornato ad essere comune mortale.

Il giornalista incalza ... ma davvero ?
i soldi non le interessano più ?

Assolutamente no , anzi , Pietro confida che
ha in corso il mutuo della casa da pagare ...

I miei occhi sberluccicano per la commozione ...

Per un pò di anni ne avrà ancora ,
deve ricoprire i 600000 euro del mutuo ...

Stooooooooooooooop ! Pause ! Rewind !

600000
Un sei davanti seguito da 5 zeri
se volete semplifico : 600mila euro ...

Ma a lui i soldi non servono l'ha detto poco prima ,
anzi li schifa addirittura ...

poi l'intervista prosegue e Pietro confida che vuole
battersi in campo politico per tutti i lavoratori.
Vorrebbe un salario minimo garantito per tutti di 800 euro mensili.

Questa volta si che estraggo i Kleneex
dalla confezione e asciugo i lacrimoni
la commozione si impadronisce di me ...
per il tempo di due righe.

Perchè per gli attori , che fanno un lavoro flessibile
vorrebbe un minimo garantito di 4000 euro al mese ...

Tanto a lui i soldi fanno schifo ....

Ora egregio signor Taricone ,
io il mio spassionato augurio è che da domani mattina
lei debba alzarsi per fare 14 ore in fabbrica
conscio del fatto che comunque vada probabilmente
a fine mese perderà il posto ,
e la sua famiglia verrà sfrattata dalla casa camera e cucina
presa in affitto perchè non riuscirete più a pagare le rette.

Anzi no , la faccio commuovere io signor Taricone

le auguro che la sua casettina da 600mila euro le entri
sia per lungo che per largo dove non batte il sole ,
lo spero perchè quando leggerò la notizia
potrò nuovamente commuovermi leggendo di lei ...


Labels:




PICCOLA GAIA DIVAGAZIONE SULLA LEGA

Pubblicato da FLAVIO |






Nella vita ci sono due cose che non si devono provare :
i culattoni e la droga
( Renzo Bossi su Vanity Fair )


Qualcuno spieghi alla trota che non corre nessun pericolo.
I culattoni , come li chiama lui

amano il cazzo
non le teste di cazzo !


Labels: , ,











Perchè girando sul web così come purtroppo nella vita reale ,
può accadere di incappare in singolari personaggi ,
ogni uteriore commento è di troppo ,
d'altronde come il grande italiota in questione sostiene

Una cosa è reale e sostenibile solo se lo dice la tv.

Povera Italia !


Labels: , ,




E CHI SE NE FREGA

Pubblicato da FLAVIO |



E' morto un grande artista , Raimondo Vianello ci ha lasciati.

Un uomo che in realtà era tanti uomini tutti assieme ,
come solo a chi ha una certa età può accadere.

Perchè in fondo nessuno è oggettivamente ciò che è ,
ma è solo ciò che gli altri ricordano.
Per chi ha la mia età Raimondo è stato il contenitore delle
domeniche pomeriggio, quando i programmi spazzatura
ancora non esistevano ,
è stato il compagno di Sandra ,
quello Sbirulino che ha cullato la nostra infanzia.

Poi solo dopo Sandra e Raimondo hanno rappresentato una famiglia ,
la tipica famiglia italiana.
E non a caso , secondo un sondaggio ,
proprio pochi anni fa sono stati eletti come nonni ideali degli italiani.

Proprio loro che figli e nipoti non ne hanno mai avuti ,
se non quelli adottivi che sono stati e restano la loro famiglia.

E' morto un grande artista ,
e l' Italia come al solito sembra essersi instupidita.

Centinaia di link sul solo facebook in ricordo di Raimondo.
ma se provassimo a chiedere a quelli che hanno creato quei link
sull'onda emozionale un solo titolo di un film con Raimondo
troveremmo il silenzio intervallato dai tasti della loro tastiera
che freneticamente per uscire dall'impaccio cercano su google
una qualsiasi risposta.

E' vero , è morto un artista , ma è anche morto un uomo
e di uomini ne muoiono tanti, tutti i giorni.

E quello che mi lascia l'amaro in bocca è che molti di quelli
che in questi giorni piangono Raimondo , conosciuto eslusivamente
attraverso la tv , siano poi gli stessi che lasciano i genitori anziani in mano
alle badanti , o abbandonati in case di riposo , perchè è troppo complesso
seguire un anziano , costa fatica e tempo , e di tempo non ce n'è ...

Lo troviamo quando un personaggio famoso muore ,
e ci imbamboliamo di fronte alla tv.

E perdiamo il senso delle cose , anche di quelle più ovvie.

Raimondo in gioventù era iscritto e attivo militante alla Repubblica di Salò -
E chi se ne frega , abbiate rispetto , è morto un uomo

Raimondo è stato il primo divulgatore e sostenitore della propaganda a Berlusconi -
E chi se ne frega , abbiate rispetto , è morto un uomo

E poi ancora i funerali farsa , trasformati in spettacolo raccapricciante
dove il presidente del consiglio , a favor di telecamere sosteneva Sandra
e l'italiano medio osservava in tv pensando " quanto è bravo Silvio "
E chi se ne frega , lo spettacolo deve andare avanti

Funerali dove un Pippo Baudo esorta una povera vedova
in preda ad una grave malattia degenerativa ad urlare
il nome del marito chiuso in una bara
E chi se ne frega , lo spettacolo deve andare avanti

E poi le centinaia di persone che applaudono
...

Sarà il mio conflittuale rapporto con la morte ,
l'intimità con cui credo dovrebbe essere vissuto un funerale
e soprattutto la conoscenza della storia , quel minimo di cultura che mi fa
ricordare che l'applauso aldifuori dei teatri anticamente si usava
per coprire gli urli degli eretici arsi vivi.

Che mancanza di stile applaudire un morto
che mancanza di stile usare una povera vedova per fare propaganda
che mancanza di classe mancare di rispetto ad morto
che nulla avrebbe voluto di tutto questo.

Perchè da tempo Raimondo stava male ,
da tempo aveva deciso di non comparire in tv.
Da 15 giorni era ricoverato in ospedale
senza che nessuno lo sapesse.

E forse sarò l'unico che durante i funerali ho pensato
che avrei abbattuto Berlusconi con una carabina
e che lo stesso avrei fatto con Pippo Baudo.

Forse sono l'unico ad aver pensato
" perdonali Raimondo , perchè non sanno quello che fanno "

perchè la morte , i funerali , soprattutto se non di stato
dovrebbero essere personali , profondi , sentiti

Raimondo ha fatto spettacolo per tutta la vita
sarebbe stato meglio evitargli di farlo anche da morto.

Ma chi se ne frega ,
L'italiano medio vuole questo , vuole vedere il dolore di
una povera vecchia malata al funerale del marito ,
e di quei vecchi chiamati mamma e papà assistiti dalla badante
chi se ne frega , quelli mica stanno in tv .....


Labels:




Cerca nel blog

Online da
giorni!
Preleva

ETICHETTE

COMMENTI PIU' RECENTI