GIUSTIZIA E' STATA FATTA

Pubblicato da FLAVIO |


Giustizia è stata fatta ,
per alcuni giusta giustizia ,
per altri giustizia malata e da rifare.
Ieri sera si è concluso ( ma non ancora visto che ricoreranno in appello )
il processo per l'uccisione di Gaabriele Sandri, e l' italia si è divisa.
Da una parte chi , me compreso vede nei 6 anni di carcere
un'unitile enormità di pena, dall'altra chi ritiene che ne ne andassero
comminati almeno il doppio.
In mezzo alle due posizioni troviamo un tribunale e le leggi,
che giuste o sbagliate , il tribunale stesso deve applicare.
In mezzo abbia la distinta e netta divisione di due reati diversi
l'omicidio volontario e l'omicidio colposo.
Divisione che cambia la pena , che cambia gli animi
che divide l'Italia di fronte ad una morte, che resta
indipendentemente dalla pena.

Giustizia è stata fatta , un uomo ha ucciso ,
presumibilmente involontariamente , sparando un colpo di pistola,
pistola detenuta non ad uso personale o ludico spotivo ,
ma detenuta per lavoro , ed usata in una normale giornata di servizio.
Perchè tutti i colpevolisti vogliono dimenticare che il colpo è partito
durante un'azione di polizia , non nel retro di un bar.

La storia, la conosciamo tutti , anche se spesso le due parti la riportano
in maniera diversa.
Quella domenica davanti a quell'autogrill c'è stata una rissa tra tifosi,
quella domenica Gabriele Sandri dormiva sul retro di un'automobile
( sonno pesante dormire durante una rissa ... )
quella domenica l'agente Spaccarotella , che si trovava dalla parte opposta
della strada , a 120 metri dalla macchina , sparava , PRESUMIBILMENTE
a braccia tese un colpo , che deviato dalla recinzione metallica
( e questo è stato stabilito dalla carte processuali ) andava a colpire
Gabriele Sandri uccidendolo.

E va bene , poliziotto non è sceriffo ,
e va bene , non doveva sparare,
e va bene , ha colpito l'unico che non stava facendo nulla ...

e va bene , è omicidio colposo , ovvero una situzione in cui
la persona imputata di omicidio
ha svolto un'azione pericolosa che ha portato alla morte di un'altra persona.

E non è omicidio volontario ,
non è che l'agente ha deciso tra decine di persone che si pestavano
( ma questo continuiamo a non dirlo che non fa comodo ) di colpire proprio Sandri
e non che ha preso la mira verso il soggetto prescelto e ha avuto la fortuna di fare centro,
perchè se così fosse , dovrebbe prendere una medaglia olimpica per tiro a bersaglio.
E' stato un incidente , ha ucciso , e la giustizia , codice penale alla mano,
ha deciso di punirlo con 6 anni di carcere.

Questa è la punizione , che non riporterà indietro Gabriele Sandri ,
perchè nessuna punizione lo riporterebbe indietro.
E che gli amici , invece di urlare e minacciare fuori dal tribunale
pensino che se non scatenavano quella rissa , quel giorno ,
adesso Gabriele sarebbe ancora vivo.

Io al posto loro , invece di devastare caserme e urlare offese
verso giudici e avvocati , piangerei tutte le notti la morte di una mico
che con la mia condotta ho portato alla morte , e mi maledirei per essermi
trasformato in animale per unos tupido sport,
e piangerei ancora pensando al fatto che se non ci fosse stata quella rissa
non ci sarebbe stato nessun colpo d'arma da fuoco
e Gabriele sarebbe ancora qui ...
Altro che minacce e ingiurie ... che certi elementi stiano muti ...

Che giustizia è stata fatta !






SREBRENICA - UNA FERITA ANCORA APERTA

Pubblicato da FLAVIO |




Ci sono eventi molto vicini nel tempo,
eventi talmente vicini a cui la storia sembra non badare.
Se parliamo di genocidio e di crimini di guerra
la nostra mente senza troppa fatica torna indietro alla seconda guerra mondiale,
senza però fermarsi su stragi più recenti
su pagine della storia che da ferite ancora aperte
sputano sangue e cercano pace.
La strage di Srebrenica è una di queste.

L' undici luglio è la giornata europea in ricordo
delle vittime della strage di Srebrenica.

L' Europa ricorda il massacro di migliaia di musulmani bosniaci da parte
delle truppe serbo-bosniache guidate dal generale Ratko Mladic.

Secondo fonti ufficiali le vittime furono 7800 , sebbene
molte associazioni delle vittime e degli scomparsi affermano che furono più di 10000.
Al momento grazie al test del DNA sono state identificate 3215 vittime,
mentre altre 4000 sono semplici scheletri in fosse comuni.

Ci sono episodi che non dovrebbero essere dimenticati
perchè la storia non è solo ciò che è successo secoli prima
la storia è anche ieri, e i morti sono morti.

E la giornata di oggi è dedicata al ricordo ....





Labels: ,




LA MESSA E' FINITA ... ANDATE IN PACE

Pubblicato da FLAVIO |


Ho atteso che tutto il circo mediatico si spegnesse per parlarne,
che i funerali si fossero conclusi ..
Ho atteso che i giornali e le tv smettessero di parlarne

Ed era quasi ora ....
Non ho guardato i funerali di Michael Jackson
non ho guardato la sua bara da 24000 dollari in oro
non ho guardato le decine di donne che si contendono i suoi figli
e che siano suoi è ancora da vedere ...

Non ho pianto la sua morte ,
questo non perchè la mia insensibilità sia cresciuta a dismisura
ma perchè la sua morte non ha dato nè tolto nulla all'umanità.

Se è vero che è stato il re del pop ,
e che ha scritto la storia della musica degli anni 80
è anche vero che negli ultimi 15 anni ha valso artisticamente meno di 0.

E non dimentico il gossip ,
la pelle che diventa sempre più chiara ( malattia oggi si dice )
le accuse di pedofilia ( false , si dice oggi )

ma il figlio sbattuto sul cornicione dell' hotel come una bambola
non sono cose false ... e forse la gente ha poca memoria ...

O troppa ipocrisia.

E ringrazio quei giornalisti che ieri hanno impegnato
ore del loro tempo a parlarci del funerale
di un bamboccio di plastica multimiliardario
e pochi minuti per quello delle vittime di Viareggio.

Ancora una volta
mi vergogno di essere italiano

E ora ,
la messa è finita ... andate in pace


Labels: , ,




Cerca nel blog

Online da
giorni!
Preleva

ETICHETTE

COMMENTI PIU' RECENTI